Cultura della longevità

Meno di un secolo fa, in Italia si contavano solo 50 centenari, oggi ce ne sono 17mila, e siamo il secondo Paese più vecchio del mondo. Ma la vera sfida non è tanto arrivare a cent’anni quanto arrivarci in buona forma fisica e mentale.

La ricerca scientifica dimostra che alcuni dei parametri più strettamente correlati alla longevità – e in generale allo stato di salute – dipendono da corretti stili di vita, buone abitudini alimentari e attività fisica, a fronte di un ruolo marginale giocato dalla genetica che incide solo per il 20-25%. Vivere bene e a lungo è dunque cosa che si conquista, a partire da semplici comportamenti quotidiani volti a prevenire e ridurre i più importanti fattori di rischio.

Italia Longeva è impegnata nel promuovere la cultura della longevità attraverso molteplici iniziative volte a informare e sensibilizzare i cittadini sull’importanza di seguire corretti stili di vita a tutte le età, e, in particolare dopo i cinquant’anni, sottoporsi a screening periodici per la diagnosi precoce e il controllo dei fattori di rischio delle più diffuse patologie croniche, a partire dalle malattie cardiovascolari.

Booklet “Imparare la longevità”

Tour della Longevità

Il Tour della Longevità ha fatto tappa nelle principali città italiane per aumentare la consapevolezza dell’opinione pubblica, delle istituzioni e della stessa classe medica sull’importanza della prevenzione e degli stili di vita per invecchiare in salute. Si è articolato in workshop informativi, momenti dimostrativi e “longevity check-up”, test per una diagnosi predittiva sulla longevità messo a punto in collaborazione con un team di geriatri della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS – Università Cattolica del Sacro Cuore.

Le “aree della longevità” sono state allestite in occasione di numerose manifestazioni: